Lezioni online di statistica descrittiva

Hai problemi a superare un esame di statistica descrittiva? Non riesci a comprendere affondo concetti di statistica perché senti che ti mancano le basi? Siamo qui per aiutarti.

I nostri docenti ti aiutano, passo passo, a comprendere i concetti più complessi di statistica descrittiva anche partendo da zero.

Comodamente online, con schermo condiviso e con la possibilità di registrare ogni lezione!

Le F.A.Q. della statistica descrittiva

La statistica descrittiva univariata studia e sintetizza le informazioni delle variabili contenute in un set di dati, anche detto dataset. Parliamo di descrittiva “univariata” proprio perché le variabili di interesse vengono analizzate singolarmente, senza “incroci” rispetto ad altre variabili.
Di solito in ambito di statistica descrittiva si presentano, per le variabili quantitative, indici di centralità (ad es. media, mediana, quartili, percentili) ed indici di variabilità (ad es. deviazione standard, varianza). Per le variabili qualitative si presentano invece le frequenze assolute, relative e cumulate. Fanno parte della statistica descritta anche i grafici.

La statistica descrittiva serve a sintetizzare tramite tabelle, numeri indice e grafici l’informazione contenuta in una variabile statistica. L’analisi descrittiva è il primo passo dell’analisi statistica: per rendere l’idea tramite una metafora l’analisi descrittiva rappresenta le fondamenta del nostro “castello” di analisi. Un’analisi statistica ben fatta non può fare a meno di una descrittiva ben curata, altrimenti il “castello” crolla!
Suggerimento: la parte di descrittiva dovrebbe sempre contenere anche dei grafici, come istogrammi, grafici a torta, grafici a barre, boxplot e quant’altro. Un buon grafico, infatti, riesce a rendere in maniera molto più immediata un’informazione statistica, specie se ci si rivolge a interlocutori che non hanno una grande dimestichezza con l’analisi dei dati.

La principale differenza tra la statistica descrittiva e quella inferenziale è il differente obiettivo, o meglio la differente “ambizione” che hanno questi due approcci statistici. La statistica descrittiva si limita a descrivere l’informazione presente nei dati senza alcuna pretesa di generalizzazione rispetto alla popolazione di riferimento. La statistica inferenziale, al contrario, si concentra sulla possibilità di generalizzare alla popolazione di riferimento ciò che emerge dal campione di studio. La statistica inferenziale inoltre permette di testare delle ipotesi di ricerca a differenza della statistica descrittiva.

Lezioni di statistica descrittiva:
gli argomenti che ti insegniamo

Possiamo aiutarti a comprendere in maniera semplice e concreta tanti concetti come:

  • Definizioni di base: popolazione, campione, variabile, distribuzioni
  • Indicatori di centralità e variabilità: media aritmetica, media geometrica, media armonica, moda, mediana, deviazione standard (scarto quadratico medio), varianza, covarianza, devianza, coefficiente di variazione, quartili, percentili, range interquartilico.
  • Indici di forma: asimmetria, curtosi, Q-Q plot.

  • Altri indici statistici come: indice di Gini, curva di Lorentz, indice di concentrazione ed eterogeneità, indice Chi quadrato e V di Cramer, phi, gamma, lambda, kappa di Cohen, correlazione di Pearson, correlazione di Spearman, coefficiente angolare di regressione ed intercetta, indice di determinazione e bontà di adattamento.

  • Tabelle di frequenza: frequenze assolute, percentuali, cumulative, marginali, ampiezza classi, densità delle classi con grafici di ripartizione, tabelle a doppia entrata (crosstab).

  • Grafici di ogni genere: istogrammi, grafici a torta, boxplot, barplot, scatter plot (grafico a dispersione), radar plot, line plot e molti altri.

Il nostro approccio: concreto,
ricco di esempi e spiegato con semplicità

Il nostro metodo didattico è basato su tre aspetti fondamentali:

Concretezza: puntiamo a sottolineare la concreta applicazione degli argomenti, oltre allateoria che, seppur fondamentale, è spesso di difficile comprensione.

Tanti esempi pratici: forniamo dataset su cui applicare le tecniche insegnate e facciamo fare ai nostri alunni tanti esempi concreti di applicazioni sui dati per un apprendimento che sia duraturo nel tempo.

Spiegazioni semplici: il nostro primo obiettivo è rendere semplici e fruibili anche i concetti più difficili. Infatti, partiamo gradualmente dai concetti chiave per poi entrare negli aspetti più complessi, riducendo al minimo formule e tecnicismi.

Quanto costano le lezioni online di statistica descrittiva

Le nostre lezioni e ripetizioni sono erogate comodamente online su Skype tramite condivisione dello schermo del docente per un apprendimento ottimale: che tu sia a Firenze, Milano, Napoli, Bologna o in qualunque altra città non ci sono problemi!

In caso di particolari necessità, le lezioni di statistica descrittiva possono essere erogate anche di persona nella nostra sede di Roma.

Affrontiamo gli argomenti sia da un punto di vista teorico, sia pratico-applicativo con esempi ed esercizi sui principali software statistici come ad esempio SPSS, R, Stata ed Excel.

Possono essere fatte sia individualmente sia in piccoli gruppi. Il prezzo della lezione individuale è compreso tra i 30 ed i 50 euro (+ iva) ad ora e dipende dagli argomenti da affrontare e dal grado di urgenza della lezione. Per le lezioni in piccoli gruppi sono previste particolari scontistiche sui prezzi individuali.

Contattaci per maggiori informazioni sui prezzi e sui pacchetti di lezioni attualmente disponibili!

I materiali da allegare alla tua richiesta

Per decidere al meglio come poterti aiutare abbiamo bisogno, ove disponibili, di materiali quali:

Vorrei maggiori informazioni sulle lezioni di statistica descrittiva

Ho preso visione dell'informativa sulla Privacy Policy e acconsento al trattamento dei miei dati personali.